Il Vino d’Ischia “bellissimi giardini e copia di delicati frutti, vini perfetti di più forti, sì come in eccellenza sono il Sorbigno, il Greco, il Latino, il Codacavallo e simili”. Cosi’ alla fine del 1500 parlava Iasolino dei vini dell’isola d’ischia descrivendoli come prezioso completamento delle cure termali per il loro carattere fresco e corroborante. Ma la storia del vino della nostra isola è molto più antica e studiarla,entrarci dentro è molto di più di un vero percorso enologico ed ampelografico.  Studiare il vino d’Ischia è iniziare un percorso antropologico ed etnografico di grande fascino, che ci parlerà di popoli conquistatori dei quali ancora oggi possiamo intravedere i ricordi sottoforma di costruzioni linguistiche e ,nella nostra sfera d’ interesse, di diverse forme di allevamento,queste ultime in particolare è come se letteralmente dividessero in due l’isola, che così si ritroverebbe ad essere per metà etrusca e per metà greca. La.
more info No comments