Blog

La rubrica dedicata al Vino ……

Eccoci a scrivere di nuovo della nostra terra Ischia. Questa volta lo facciamo parlando del nostro Vino, famoso in tutto il mondo, e lo facciamo grazie all’aiuto di due personaggi noti nel campo: Iris Romano (delegata AIS di Ischia e Procida) e Roberto Schiano (Sommelier riconosciuto dall’AIS). Cercheremo tutti e tre insieme di raccontarvi , di farvi vivere-magari assaggiare,i prodotti della nostra terra. Il nostro sarà uno scoprire, catturare , fotografare e parlare direttamente con i produttori. Lo faremo attraverso simpatiche domande in modo scherzoso e piacevole, così che la lettura risulti piacevole e a tratti divertente. Siamo tre ragazzi desiderosi di conoscere e di far conoscere meglio questo favoloso mondo del “Vino”. L’idea del Blog da me realizzato ha entusiasmato i due miei colleghi ed è subito scattata la molla, fatta di idee e proposte. Con due punti in comune: il divertimento e la professionalità nel portare avanti questo.
more info No comments

il Vino d’Ischia

         Il Vino d’Ischia “bellissimi giardini e copia di delicati frutti, vini perfetti di più forti, sì come in eccellenza sono il Sorbigno, il Greco, il Latino, il Codacavallo e simili”. Cosi’ alla fine del 1500 parlava Iasolino dei vini dell’isola d’ischia descrivendoli come prezioso completamento delle cure termali per il loro carattere fresco e corroborante. Ma la storia del vino della nostra isola è molto più antica e studiarla,entrarci dentro è molto di più di un vero percorso enologico ed ampelografico.  Studiare il vino d’Ischia è iniziare un percorso antropologico ed etnografico di grande fascino, che ci parlerà di popoli conquistatori dei quali ancora oggi possiamo intravedere i ricordi sottoforma di costruzioni linguistiche e ,nella nostra sfera d’ interesse, di diverse forme di allevamento,queste ultime in particolare è come se letteralmente dividessero in due l’isola, che così si ritroverebbe ad essere per metà etrusca e per metà greca. La.
more info No comments

Antiche sensazioni

Oggi, entrando in casa di mio Zio Antonio Mattera (87 anni), ho scoperto delle testimonianze dal passato molto interressanti. Queste erano le chiavi delle varie porte delle proprietà. Erano un po’ grosse sì, ma almeno non avevano bisogno dei portachavi!           E questi? Avete mai sentito parlare della conservazione degli alimenti sotto sale? Bene, questi erano i contenitori! Grossi vasi di terracotta , laccati, facili da pulire, che venivano riempiti di sale e alimenti quali: carni (maiale più che altro) e pesci (baccalà, alici). Sono scomparsi ma non del tutto, un po’ per le nuove regole di igiene un po’ per comodità. Erano questi i frigoriferi di un tempo!   Non potevano mancare nella bacheca di casa “i mortai” rigorosamente di legno e fatti a mano e di tutte le misure. Questo strumento veniva usato spessissimo prima e fortunatamente ancora oggi c’è chi, come me, lo.
more info No comments

La Pipernia , la mia erbetta preferita.

La Pipernia, ingrediente fondamentale coniglio ischitana, erba aromatica   Spesso tra i miei articoli nel blog troverete citata questa erbetta stupenda, a cui io tengo in modo particolare. Ho sentito il bisogno di parlarvene per farvi capire di cosa si tratta. E’una pianta bellissima che “si prende la confidenza”, nel senso che se la si mette in un giardino e trova spazio si diffonde e prende terreno, un po’ come la menta! La pipernia ha un odore buonissimo ,di selvatico, è pungente e ti rimane impresso!Peccato non poter far sentire il profumo attraverso il pc. Non è difficile però trovarla in vendita e piantarla. Pare sia una razza derivante dal timo in italiano “serpillo”(Thymus serpyllum), è una pianta molto resistente. E’ molto diffusa nel Mediterraneo ed è diversa dal timo tradizionale per le molteplici proprietà antibatteriche. Aiuta la digestione ed è ricca di principi attivi. E’ semplice da coltivare “nel.
more info No comments

Videoricetta del coniglio all’ischitana

Coniglio all’ischitana Videoricetta Videoricetta del coniglio all’ischitana Videoricetta del coniglio all’ischitana Dal blog di Francesco Tramontano Eccomi a scrivere di emozioni, sentimenti e ricordi che mi accompagnano lungo il percorso di questa professione un po’ fuori dagli schemi, fatta di cucine, persone, arte, incontri, odori, profumi, tradizioni e la consapevolezza di voler condividere tutto ciò con un numero sempre crescente di amici. Michelangelo Iacono è giovanissimo, è un ragazzo entusiasta della vita, curioso delle cucine altrui, è una persona forte ed anche molto sensibile. Con lui si può discutere di tutto ma soprattutto è bello ascoltarlo quando parla, con una convinzione da adulto, dell’amore per il luogo in cui è nato, del suo impegno nel sociale e delle tradizioni della sua Fontana (Serrara – Fontana, Isola d’Ischia). Qualche tempo fa, prima di una mia partenza da Ischia, mentre ci salutavamo, lui mi ha guardato dritto negli occhi e con quel.
more info No comments